EU ECOLABEL

Ecolabel

EU Ecolabel: l’etichetta che garantisce una filiera sostenibile del prodotto.

Indice

Che cosa certifica il marchio EU Ecolabel?

Ecolabel e l’analisi del ciclo di vita dei prodotti

La certificazione EU Ecolabel è garanzia di un prodotto di alta qualità e amico dell’ambiente. Nasce nel 1992 per 2 categorie di prodotto, che oggi sono arrivate ad essere 40 e continuano ad aumentare.

La dicitura è rilasciata su base volontaria, ovvero tutti i produttori e i rivenditori europei possono chiedere di entrare a far parte degli enti certificati in qualunque momento, senza alcuna imposizione legislativa.

Ma ecco di cosa si occupa la certificazione EU Ecolabel nel dettaglio.
Per poter apporre il marchio, i prodotti devono soddisfare una rigida serie di criteri ambientali, che ha l’obiettivo di certificarne l’intera vita.

Questi criteri sono imposti da squadre di esperti che provengono dai diversi ambienti direttamente
interessati: ci sono i rappresentanti dei consumatori così come quelli delle industrie. Ogni fase della vita di un prodotto viene analizzata, per capire dove si ha l’impatto maggiore sull’ambiente e in quella fase si interviene.

Per capire cosa si intende per ciclo di vita di un prodotto, si deve partire dall’inizio, dall’estrazione se si parla di un materiale grezzo, dalla concimazione e raccolta se si parla di un genere alimentare. In seguito il prodotto verrà lavorato e trasformato, per esempio con la molitura per le olive, la raffinazione per lo zucchero, lo sbiancamento per il cotone. Deve poi essere impacchettato e infine usato dal consumatore.

Ma non è ancora questo l’ultimo passaggio, infatti dopo l’utilizzo bisogna ancora occuparsi dello
smaltimento o, possibilmente, del riciclo.

Da quest’analisi si intuisce come ogni categoria di prodotto richieda requisiti di certificazione diversi.

All’interno della stessa categoria, quelli che appongono il marchio saranno sicuramente gli articoli con l’impatto ambientale minore.

Oltre a questo, l’attenta analisi di tutto il processo, porta ad avere una qualità complessiva superiore.

L’etichetta EU Ecolabel è molto diffusa sul territorio europeo, riconosciuta a generi diversi di prodotti, dai detersivi alle vernici, mobili e dispositivi elettronici, ma anche a servizi turistici. La prossima volta che ci si trova a dover acquistare qualcosa può valere la pena perdere qualche minuto per assicurarsi di scegliere quello con l’EU Ecolabel: fare scelte green è più facile.

Perché EU Ecolabel è una scelta consapevole per i consumatori

I detersivi e alcuni altri esempi pratici

Si prenda per esempio un detersivo: la fase della sua vita con l’impatto più alto è il momento in cui viene utilizzato dal consumatore. Le sostanze chimiche entrano in contatto con le persone, poi vengono scaricate come acque reflue e infine è necessario smaltire l’imballaggio.

Il marchio Eu Ecolabel garantisce che l’utilizzo di ingredienti dannosi per la salute dell’uomo e dell’ambiente acquatico, dove potrebbero andare a finire, siano ridotti al minimo.

Si richiede ai produttori di utilizzare sostanze biodegradabili in modo che possano essere facilmente smaltite dall’ambiente, ma che a livello di efficienza siano equiparabili agli articoli concorrenti. In questo modo si libera il consumatore dal dover fare una scelta dettata dalle performance del detersivo invece che dalla sua sostenibilità.

Allo stesso modo l’imballo è ridotto all’essenziale, al fine di essere perfettamente utilizzabile, ma rispettoso dell’ambiente.

Altri esempi si hanno nel campo del tessile, dove le operazioni tenute sotto stretta osservazione sono la colorazione e la stampa dei capi, oppure gli apparecchi elettrici, per i quali gli occhi sono puntati sul consumo energetico.

Perché è una scelta conveniente per i produttori

Prepararsi a legislazioni future e accedere al mercato green

Se da un lato è comprensibile che una scelta consapevole in questo campo possa portare immediati benefici a tutti, da parte delle aziende a volte non è così facile decidere di sottostare a delle limitazioni.

È il momento giusto di cambiare prospettiva: l’EU Ecolabel è una scelta volontaria, ma può portare vantaggi in quei settori dove la legislazione nel corso degli anni inizia ad essere più stringente. Può essere visto come un primo passo per far sì che le future richieste di dichiarazioni ambientali non risultino, di punto in bianco, troppo drastiche.

Allo stesso tempo questa certificazione permette di affacciarsi ad un mercato dove altre industrie green, sempre più numerose, decidono di collaborare tra loro, aprendosi a nuove possibilità.
E chiaramente c’è il vantaggio di immagine nei confronti di una clientela che diventa ogni giorno più attenta ed esigente in termini di qualità e impatto ambientale dei prodotti.

Dove sono testati i prodotti

L’Eco-Institut e gli altri Istituti Europei specializzati

L’EU Ecolabel si occupa dell’analisi dei criteri e della certificazione, ma non è l’ente che si occupa dei test.

Questi sono effettuati da Istituti Europei specializzati, a seconda di quali sono i criteri che devono essere testati e i materiali su cui deve avvenire la prova.

Tra questi c’è l’Eco-Institut Germany GmbH considerato uno dei leader nella verifica dei parametri secondo requisiti e standard internazionali, per quanto riguarda i test sulle emissioni dei VoC (composti organici volatili). Fondato 30 anni fa, ha a disposizione 120 camere di prova in vetro e acciaio, fino ad una dimensione di 5 m3.

Questo Istituto è approvato dell’EU Ecolabel per i test su alcune categorie di prodotto, ad esempio mobili, vernici e materassi.

Ecolabel nell’ambito di arredo e complementi per la casa Latexco ed EuroLATEX Una delle aziende più famose con certificazione EU Ecolabel in questo settore, è sicuramente la belga Latexco NV. Nata 60 anni fa come impresa a conduzione familiare, si è fatta largo nella lavorazione di lattice, schiume e molle tecniche, arrivando a contare oggi più di 600 dipendenti in tutto il mondo.

La missione dell’azienda è da sempre quella di realizzare prodotti di qualità, con attenzione particolare alla sostenibilità di tutti i processi di produzione, arrivando a essere i primi del settore a
utilizzare il 100% di energia rinnovabile.

EuroLATEX

Associazione sostenibile di intermediazione tra industrie e autorità

Con la sua voce importante in capitolo, la Latexco nel 1990 ha dato vita, insieme alle altre principali aziende europee della lavorazione del lattice, all’Associazione EuroLATEX. L’obiettivo, è quello di fare da intermediario tra questo settore dell’industria e le autorità UE, anche in ambito di sostenibilità.

Per saperne di più:

Eu Ecolabel: https://ec.europa.eu/environment/ecolabel/