OEKO-TEX

Oeko-Tex

Oeko-tex®: garanzia di una filiera tessile sostenibile

Indice

Che cosa certifica il Marchio Oeko-tex®?

Criteri ecosostenibili in continuo aggiornamento

L’Oeko-tex® è l’insieme di standard che certificano la filiera tessile. Queste certificazioni sono rilasciate, così come i criteri sulle quali si basano, dell’associazione omonima, composta da 18 istituti indipendenti di ricerca e test con sede in Europa e Giappone.

La missione dell’azienda è quella di ‘creare fiducia nei prodotti del settore tessile e in pelle, così come nella loro realizzazione. Questo lo si può ottenere solamente attraverso il miglioramento della sicurezza dei prodotti e il perfezionamento della produzione in un circuito di valore sostenibile e trasparente’.

A tal proposito, dal 1992, anno di fondazione dell’associazione, le etichette di conformità rilasciate dall’ Oeko-tex sono aumentate e la lista dei requisiti si fa ogni anno più severa. Questo dà la possibilità alle aziende e ai consumatori di fare scelte consapevoli, in favore di prodotti innocui per la salute e sostenibili per l’ambiente.

I criteri alla base dei test di omologazione vengono aggiornati almeno una volta all’anno, in risposta a nuovi studi sulle sostanze tradizionali, ma soprattutto alle analisi scientifiche dei nuovi materiali e agenti chimici immessi sul mercato. Per questi ultimi infatti, molto spesso non sono reperibili degli storici sulle conseguenze del loro utilizzo e vanno tenuti sotto stretta osservazione. Sebbene i laboratori siano nazionali, all’interno dell’associazione si opera come team globale, andando oltre le regolazioni dei singoli stati. Per tutte queste ragioni è molto difficile, per i produttori, stare al passo con gli aggiornamenti, così l’associazione si prodiga in una consulenza costante. Al di là di questo tutte le parti in gioco sono consapevoli che un controllo serrato è l’unica soluzione per portare benefici reali e duraturi.

Per esempio, grazie all’ampio spettro di attività perseguite e l’esperienza derivata da esse, l’Oeko-tex promuove importanti innovazioni nell’industria tessile, che portano vantaggi di sviluppo in tutti gli stadi della produzione.

Inoltre il marchio è ben conosciuto a livello globale e il trend dei consumi è ogni giorno più chiaramente orientato su scelte ecosostenibili, riducendo via via il mercato delle aziende che non si decidono a puntare sul green.

Le 4 categorie degli standard dell’OEKO-TEX®

I prodotti, la filiera, gli additivi chimici, gli impianti

Certificazioni del prodotto:
L’etichetta STANDARD 100 by OEKO-TEX®, la più diffusa, garantisce che l’articolo sia innocuo per la salute umana. 

LEATHER STANDARD by OEKO-TEX®, particolare per gli articoli in pelle.

MADE IN GREEN by OEKO-TEX® certifica non solo l’articolo, ma anche tutta la sua filiera di produzione, sommando le garanzie delle due etichette precedenti e quella dello standard successivo.

Certificazione della filiera:
La STeP by OEKO-TEX® (Sustainable Textile & Leather Production) è una certificazione rilasciata agli impianti che dimostrano processi di produzione sostenibili nel lungo periodo, per l’ambiente e per l’uomo. Viene infatti dato anche grande peso alla salute e alla sicurezza sul lavoro, promuovendo condizioni socialmente responsabili per tutti i lavoratori, dove non siano presenti discriminazioni o abusi.

Certificazione chimica:
L’ECO PASSPORT by OEKO-TEX® è un sistema di certificazione per i prodotti utilizzati nella filiera tessile e della pelle, quali coloranti e additivi chimici.

Analisi degli impianti:
La DETOX TO ZERO by OEKO-TEX® nasce sulla scia della campagna DETOX contro le sostanze dannose della filiera tessile, lanciata da GreenPeace nel 2011. Da allora l’associazione si impegna nel fornire uno strumento di analisi per testare le aziende, in modo che possano prendere in autonomia i provvedimenti atti ad ottimizzare la gestione dei prodotti chimici e la qualità delle acque reflue. Il risultato dell’analisi non dà un risultato positivo o negativo, ma mostra semplicemente i valori all’azienda che li richiede, in modo che essa possa continuare i suoi processi di miglioramento.

Lo STANDARD 100 by OEKO-TEX ® per il settore tessile

Dal filo ai bottoni, dalle cerniere alle stampe

Come detto, si tratta di una delle etichette più conosciute nel mondo, per quanto riguarda gli articoli del settore tessile.

Ogni prodotto con il marchio STANDARD 100 by OEKO-TEX®, devono sottostare ai test tutti i fili, le cerniere, i materiali delle stampe e dei vari rivestimenti applicati all’esterno, dai tessuti per bambini a quelli per la casa, abbigliamento vario o materiali decorativi. Gli istituti dell’associazione eseguono test per verificare la presenza di sostanze dannose e l’impatto ambientale di ogni componente.

In sostanza, prima che il prodotto finito possa sfoggiare l’etichetta STANDARD 100, ogni materiale e ogni componente viene certificato attraverso questo processo, che prende così la definizione di modulare.

Oeko-tex® nell’arredo

Materassi, lenzuola, biancheria da bagno

Nell’arredo i prodotti che rientrano tra quelli certificati Oeko-tex possono essere diversi.
Partendo dai materassi e dai cuscini, ci sono aziende, come la Latexco, che ne certificano STANDARD 100 i rivestimenti in cotone. Questa fibra viene ricavata dalla bambagia che racchiude al suo interno i semi delle piante di Gossipyum. Successivamente può venire filata per il tessile oppure utilizzata sotto forma di bambagia come imbottitura.

I tessuti a marchio Oeko-tex sono anche ottimi da ricercare quando si parla di lenzuola e biancheria da bagno, ovvero per gli articoli che più utilizziamo a contatto con il nostro corpo durante la giornata. Questo ci dà la serena garanzia di un prodotto sicuro dal punto di vista dei materiali e la consapevolezza di una filiera che rispetta in ogni suo passaggio l’uomo e l’ambiente.

Esempi di aziende certificate Oeko-tex®

Latexco, Parà, Daunex

Tre dei produttori di beni certificati STANDARD 100 by OEKO-TEX®:

Latexco è uno degli storici produttori europei di materassi in lattice, nonché uno degli impianti più avanzati e attenti alla sostenibilità ambientale. Alla qualità dei materiali infatti, affianca un sistema di produzione basato al 100% sulle energie rinnovabili, primo e al momento unico nel suo settore.

Parà è invece un’impresa italiana ben nota nel mondo tessile per i suoi tessuti realizzati in fibre naturali, come lino e cotone, stampati a pigmento. Un impianto di cogenerazione dell’energia, l’impianto di depurazione delle acque e l’utilizzo del fotovoltaico, rendono Parà un esempio sostenibile di come l’intera ogni passaggio della lavorazione di un prodotto possa essere messo al servizio dell’ambiente.

Daunex è un’azienda trentina produttrice di piumini da metà del secolo scorso, che ha fatto della qualità e della sostenibilità dei suoi prodotti un vanto. Oltre ai classici piumoni d’oca, ha a catalogo una ristretta selezione di prodotti alternativi per l’estate, in seta e cotone e kapok.
A fianco di altre certificazioni, espone anche l’etichetta STANDARD 100, in particolare per il tessuto Inlett. Si tratta di un cotone a trama molto fitta che impedisce a piumetta e fiocco di separarsi, in modo da garantire il suo potere traspirante.

Per saperne di più:

Oeko-tex®: https://www.oeko-tex.com/en/
Latexco
Parà: https://www.para.it/
Daunex: http://www.daunex.it/it/